Mi presento


110 0 3045636 340215


Mi sono laureato nel 2004 in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione  presso l'Università degli Studi-Bicocca  con una tesi su " Aspetti di sviluppo morale e concezioni di responsabilità nella prima adolescenza".

Nel 2005 ho collaborato con l'Associazione Italiana di Educazione Demografica in ambito scolastico con incontri di educazione e di prevenzione alla salute in alcune scuole superiori di Milano. Grazie a questa esperienza nasce la grande passione per la psicologia dedicata al mondo della scuola.

Convinto che per entrare in un mondo così complesso e affascinante fosse necessaria una formazione specifica e di alto livello, mi sono   specializzato  con il Master di Psicologia Scolastica presso la cooperativa T.F.T.P. di Milano.

Dal 2006 mi occupo di progetti scolastici nelle scuole secondarie di primo grado di Milano  per promuovere il benessere psicofisico individuale e collettivo attraverso spazi d’ascolto psicologico e percorsi formativi all’interno delle classi.

Dal 2009 sono presidente dell’Associazione Culturale Pensieri e Parole.

Svolgo consulenza privata per adolescenti e genitori (www.terapiaconsulenza.it)


CHI E’ LO PSICOLOGO SCOLASTICO

 

La scuola rappresenta  un ambito privilegiato per un intervento psicologico che possa essere di supporto per  affrontare le problematiche presenti in tutte le fasi della crescita prevenendo il disagio giovanile e promuovendo    il benessere.

keep calm call a school psychologist stickers-raf96ce7bcd5f4903a4620e37c1e5d781 v9wxo 8byvr 512

A questo proposito è importante definire che cosa è uno psicologo, e che tipo di attività svolge: “In base all’art.1 della Legge 56/89 la professione di psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito”.

                                            

Le principali funzioni degli psicologi impegnati all’interno delle scuole possono essere individuate nelle seguenti      (F. Frati, Giornale dell’Ordine Nazionale degli Psicologi, 01/2002, p.10-20):

- costituire un’opportunità per favorire delle riflessioni; 

- costituire un momento qualificante di educazione alla salute per il benessere psicofisico degli studenti e degli insegnanti; 

- promuovere negli studenti la motivazione allo studio e la fiducia in se stessi; 

- costituire un momento qualificante di ascolto e di sviluppo di una relazione di aiuto; 

- rappresentare uno strumento per la formazione e la riqualificazione di tutto il personale docente; 

- rappresentare uno strumento ed una modalità per la formazione dei genitori.


Il colloquio che si svolge all’interno dello Sportello d’Ascolto Psicologico non ha caratteristiche terapeutiche ma di consulenza.   

                         

Lo psicologo scolastico non fa diagnosi e non cura, ma aiuta a individuare i problemi e le possibili soluzioni.

La tutela offerta dalla segretezza professionale e il clima di non giudizio, che contraddistinguono la professione dello psicologo, possono favorire una profonda riflessione sulla propria esperienza. 







© andrea bonanomi 2014